Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Cosa resterà…?

  1. #1
    L'avatar di travel
    Data Registrazione
    11-09-2009
    Località
    -
    Messaggi
    7,527
    Thumbs Up/Down
    Received: 198/0
    Given: 9/0

    Predefinito Cosa resterà…?


    Primissimi anni '80 - La pubblicità per la Omsa crata da Carlo Talamo. La modella è in posa sulla sua Triumph Trident 750 "Franky" acquistata nel 1973 (grazie a Giovanni Cabassi per le foto)


    1982 - Carlo Talamo sulla Trident Triumph “Franky-Omsa”.


    In primo piano la Triumph Trident, con la quale ha fatto la pubblicità della Omsa, moto che si chiamava Franky in onore di Francesca (una fidanzatina romana). Nella foto monta un cupolino Le Mans, priva di frecce anteriori e, naturalmente di stop “per non dar riferimenti al nemico”. Segue Ghertrud, un 75/6 che era di Giovanni Cabassi. Poi un’altra Trident e un pezzetto di Honda CB500.


    E poi venne il 1984, due vetrine in via Niccolini all’angolo di via Fioravanti… ecc. ecc.

    Per chi è nato come me nei favolosi anni Sessanta lo sa, gli anni Ottanta coincisero con quell’età ibrida e confusa che si pone tra l’adolescenza e la giovinezza. Giorni che non sono sempre allegri e spensierati, poiché recano con sé i turbamenti e le insicurezze giovanili, ma aperti al domani che incombe e liberi dal cinismo che ci porta in dono l’età adulta.
    Con l’avvento degli anni Ottanta, in Italia la parola più abusata divenne “cambiamento”. Si volevano dimenticare gli anni di piombo e tutti erano convinti che alle porte ci fosse un nuovo miracolo economico, il cui signore e padrone sarebbe stato un edonismo votato alla ricerca di un piacere individuale ostentato e sfacciatamente frivolo. In America c’era per presidente un ex attore western che si chiamava Ronald Reagan e Renzo Arbore coniò la frase “Edonismo Reaganiano”. All’inizio parve soltanto un tormentone di “Quelli della notte” una gag priva di senso, battuta demenziale, sandwich di termini, anche astrusi, mentre in San Babila giravano i “Paninari”. Invece, sorpresa, l’Edonismo Reaganiano travalica il piccolo schermo e gli addetti alle opinioni di massa dichiarano che non è solo un goliardico scherzo catodico ma il piedino di porco per penetrare nel mood degli Anni 80.

    Da Motociclismo di Aprile 1985: una delle prime pubblicità della Numero Uno con il marchio Cagiva (in basso a sinistra). Notare la bellezza della foto, solo dettagli, eppure inconfondibili.

    A proposito della pubblicità qui sopra (una delle prime della Numero Uno) si tratta delle primissime pubblicità, prima ancora di quelle con la faccia di Carlo Talamo. Non fa vedere neppure il nome sul serbatoio, una sorta di mistero..... L'Harley rossa era una delle due uniche Softail 1985 arrivate in Italia (una rossa e una nera). La "rossa" rimase esposta alla Numero Uno con la veste gialla che le diede Talamo nel 1987: "la giallona" che divenne poi di Giovanni Valla e chissà dov’è adesso.



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    3 Not allowed! Not allowed!
    Ultima modifica di travel; 07-04-2024 alle 07:26
    meNbro della CELLULA LIGURE "BELIN T'AMII"

    Presidente del Movimiento CDC

    MEMBRO FONDATORE DELLA CELLULA LOMBARDA "I CIUCIANEBIA"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •