Ebbene si dopo 6 anni di guida libera beata e inconsapevole la mia officina di fiducia mi ha cortesemente informato che senza strumenti lo shovel non può più passare la revisione, quindi mi sono dovuto piegare alle moderne mollezze della tecnologia installando un tachimetro-contachilometri. Purtroppo la mia moto non ha né la presa dell'ingranaggio sul cambio, come le FL, né il rinvio sulla ruota anteriore come le FX, che non funziona con il freno a tamburo. Unica soluzione "meccanica" sarebbe stata adattare un rinvio anteriore sulla ruota posteriore, ma avrei dovuto modificare il mozzo e il perno ruota. Ho dovuto ripiegare su un contakm elettronico della tedesca MMB, il sensore di tipo Hall l'ho attaccato sul perno ruota posteriore grazie a un morsetto autocostruito che permette di smontare senza togliere la ruota. Per illudermi di essere ancora come Billy in Easy Rider, gioiosamente lontano da concetti liberticidi e deprimenti come "limiti di velocità" o "revisioni" ho montato lo strumento lontano dal manubrio, sul supporto filtro aria, così non vedo il display digitale che su uno shovel è come il fari a led su una Porsche 356

Mi vergogno un po'... Non siate troppo severi, io ci ho provato a restare duro e puro ma ormai senza queste diavolerie moderne tipo il contakm non ti fanno più circolare, una ignominia

Qui l'inizio dei lavori. In vista dell'inizio della stagione motociclistica (che per me inizia a fine settembre ) ho fatto anche altre cosette come la revisione pompa dell'olio, insostituibile il fido manuale d'officina




Il risultato finale








Il particolare del sensore Hall e del captatore (una normalissima vite )