Pagina 227 di 260 PrimaPrima ... 127 177 217 223 224 225 226 227 228 229 230 231 237 ... UltimaUltima
Risultati da 2,261 a 2,270 di 2591

Discussione: pan america

  1. #2261
    L'avatar di MagNETo
    Data Registrazione
    14-07-2008
    Località
    Tra Veneto e Toscana
    Messaggi
    8,622
    Thumbs Up/Down
    Received: 101/2
    Given: 4/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PennyWise Visualizza Messaggio
    Ma dubito eh.... firmo un contratto per 15mila €, dopo un po' il conce mi chiama e mi dice "ops, scusa, ora è 19mila €" e io no posso recedere e riprendermi l'acconto?
    Se non diversamente specificato no, i moduli di vendita standard solitamente prevedono la validità del contratto in caso di variazioni dovute a cause esterne, come appunto l'aumento delle imposte sul bene. Se la Casa aumenta il listino hai diritto al mantenimento del prezzo pattuito, ma se cambiano le imposte puoi recedere solo unilateralmente, quindi perdendo la caparra. Salvo, appunto, accordi contrattuali differenti.

    0 Not allowed! Not allowed!
    Be a simple kind of man
    Orgogliosamente BIFOLCO

  2. #2262
    L'avatar di ste71
    Data Registrazione
    14-12-2006
    Località
    A ovest di Paperino
    Messaggi
    5,634
    Thumbs Up/Down
    Received: 4/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PennyWise Visualizza Messaggio
    Ma dubito eh.... firmo un contratto per 15mila €, dopo un po' il conce mi chiama e mi dice "ops, scusa, ora è 19mila €" e io no posso recedere e riprendermi l'acconto?
    Per quanto riguarda i soldi penso che la soluzione si trovi sempre, è facile contabilizzare e sicuramente ci sono regole commerciali che - anche se non è detto vengano applicate alla lettera - una indicazione la danno.

    Come dicevo il problema principale secondo me si pone per quei clienti che in periodo di lockdown o zona rossa hanno stipulato il contratto in previsione di una data di consegna che doveva essere maggio o giù di lì (con previsione pressoché certa di riaperture a giri e turismo), e ceduto la loro moto al concessionario.

    Cosa succede ora a quelli la cui moto vecchia è stata venduta ad altri clienti, e la moto nuova ritarda e/o rincara?
    Personalmente mica sarei così contento se mi rendono i soldi e resto l'estate senza moto.
    I concessionari che devono rendere i soldi ancora meno immagino.

    0 Not allowed! Not allowed!
    Ora che sapevo tutte le risposte, mi hanno cambiato le domande.

  3. #2263
    L'avatar di alberto-66
    Data Registrazione
    11-11-2006
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    19,472
    Thumbs Up/Down
    Received: 11/0
    Given: 6/1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da MagNETo Visualizza Messaggio
    Se non diversamente specificato no, i moduli di vendita standard solitamente prevedono la validità del contratto in caso di variazioni dovute a cause esterne, come appunto l'aumento delle imposte sul bene. Se la Casa aumenta il listino hai diritto al mantenimento del prezzo pattuito, ma se cambiano le imposte puoi recedere solo unilateralmente, quindi perdendo la caparra. Salvo, appunto, accordi contrattuali differenti.
    Beh..mi sembra naturale... ed anche giusto

    0 Not allowed! Not allowed!
    HD nightrain 1999 - BMW 1250 GS ADV 2019

    Per farsi dei nemici non è necessario dichiarar guerra, basta dire quello che si pensa (M. L. King)


  4. #2264
    Webmastro L'avatar di PennyWise
    Data Registrazione
    17-12-2011
    Località
    Monza-Chiavari
    Messaggi
    6,207
    Thumbs Up/Down
    Received: 30/2
    Given: 16/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da MagNETo Visualizza Messaggio
    Se non diversamente specificato no, i moduli di vendita standard solitamente prevedono la validità del contratto in caso di variazioni dovute a cause esterne, come appunto l'aumento delle imposte sul bene. Se la Casa aumenta il listino hai diritto al mantenimento del prezzo pattuito, ma se cambiano le imposte puoi recedere solo unilateralmente, quindi perdendo la caparra. Salvo, appunto, accordi contrattuali differenti.
    Sì, ho visto che spesso mettono dei tetti max di aumento (solitamente % sul prezzo totale).

    Bella menata se hai firmato preso dalla foga senza leggere le clausolette corpo 3

    0 Not allowed! Not allowed!
    Confraternita della Microfibra
    meNbro della CELLULA LIGURE "BELIN T'AMII"

  5. #2265
    Ne danno il triste annuncio... L'avatar di PaoloOvada
    Data Registrazione
    15-05-2009
    Località
    Novi Ligure
    Messaggi
    21,930
    Thumbs Up/Down
    Received: 38/3
    Given: 7/1

    Predefinito

    È una situazione complessa, indipendente dal conce, però non è una bella sorpresa scoprire l'aumento.

    Inviato dal mio Redmi 7 utilizzando Tapatalk

    0 Not allowed! Not allowed!
    non è il mio genere ®

  6. #2266

    Data Registrazione
    07-07-2016
    Località
    -
    Messaggi
    3,545
    Thumbs Up/Down
    Received: 51/2
    Given: 15/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da MagNETo Visualizza Messaggio
    Se non diversamente specificato no, i moduli di vendita standard solitamente prevedono la validità del contratto in caso di variazioni dovute a cause esterne, come appunto l'aumento delle imposte sul bene. Se la Casa aumenta il listino hai diritto al mantenimento del prezzo pattuito, ma se cambiano le imposte puoi recedere solo unilateralmente, quindi perdendo la caparra. Salvo, appunto, accordi contrattuali differenti.
    Ni.
    Come dici giustamente, bisognerebbe leggere cosa c'è scritto nel contratto. Però, in assenza di espresse previsioni contrattuali per il caso di specie, dovrebbe funzionare più o meno come vado a esporre.
    Tecnicamente parlando, il dazio non è un'imposta.
    L'IVA è un'imposta e grava sul consumatore finale. Se aumenta l'IVA tra la sottoscrizione del contratto e la consegna del bene (il momento impositivo ai fini IVA), a parità di prezzo di listino (i listini si determinano al netto di IVA), il costo per il cliente "privato" aumenta. E, in questo caso, il cliente non potrebbe generalmente invocare nessuna eccezione, salvo diverse pattuizioni contrattuali.
    Il dazio, invece, è un tributo che grava sull'importatore e di cui quest'ultimo tiene conto per determinare il prezzo di listino (unitamente al costo di acquisto dalla casa madre, al tasso di cambio, alle spese di trasporto e a tutti gli oneri accessori). Se il dazio aumenta, l'unico modo per l'importatore di "ribaltare" l'aumento sul cliente è di ritoccare il prezzo di listino. Lo stesso avverrebbe se aumentassero le spese di trasporto o il tasso di cambio variasse significativamente a sfavore.
    Non tocco il discorso Incoterms, che complicherebbero ancor di più la questione (so che con te non sarebbe un problema) ma, in pratica, quando aumentano i dazi su determinati beni, all'importatore costa di più rendere disponibili per la vendita in Italia quei determinati beni.
    Quando, come nel caso di specie, l'aumento è consistente, l'importatore essenzialmente ha tre soluzioni:
    - decide di "assorbire" in tutto o in parte l'aumento, lasciando più o meno invariato il prezzo per i contratti già sottoscritti (eventualmente rimettendoci); in alcuni casi, la casa madre può "andargli incontro", ad esempio riducendo il prezzo di acquisto per l'importatore;
    - decide di aumentare il prezzo sui contratti già sottoscritti, rischiando che i clienti recedano;
    - recede lui stesso dal contratto, provando ad invocare la c.d. "onerosità sopravvenuta".
    La decisione dipende delle politiche commerciali che si intendono adottare per salvaguardare la fetta di mercato e/o l'immagine della casa madre e anche dal fatto che l'importatore appartenga o meno al gruppo societario della casa madre.
    Questo, ovviamente, per i contratti già sottoscritti.
    Nel futuro prossimo è ovvio che i listini aumenteranno. In che misura (se pari i maggiori dazi o qualcosa in meno) lo vedremo.

    0 Not allowed! Not allowed!
    Ultima modifica di EmmePi; 14-05-2021 alle 22:40
    Questo non è il Vietnam, è il bowling: ci sono delle regole.

  7. #2267
    L'avatar di =acromion=
    Data Registrazione
    29-01-2007
    Località
    San Giorgio Monferrato(AL)
    Messaggi
    8,833
    Thumbs Up/Down
    Received: 27/0
    Given: 6/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PennyWise Visualizza Messaggio
    Sì, ho visto che spesso mettono dei tetti max di aumento (solitamente % sul prezzo totale).

    Bella menata se hai firmato preso dalla foga senza leggere le clausolette corpo 3
    credo che il concessionario, dal quale magari hai comprato 2/3/4 hd nel passato, ti potrà fare una proposta mettendoti dentro accessori che non ti farebbe pagare per arrivare ad una cifra che accontenti tutti e 2. altrimenti non penso che abbia problemi a restituirti i 1000€ di caparra piuttosto che perdere un cliente affiliato da anni...
    sicuro ad Alba, se avessi il probelma panam e no mi trovo con il prezzo/dazi/ritardi, mi fa uscire con un road glide

    0 Not allowed! Not allowed!
    Per tutti sono "il Giampy"
    Revenant: "...il mio cane mi ha mangiato la sella, cosa mi consigliate per rifarla?"
    Belavecio : "rivesti la sella con la pelle del cane..risolvi 2 problemi."

  8. #2268
    L'avatar di paolo.white
    Data Registrazione
    19-06-2011
    Località
    SS45 (GE)
    Messaggi
    17,731
    Thumbs Up/Down
    Received: 39/2
    Given: 1/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da EmmePi Visualizza Messaggio
    Ni.
    Come dici giustamente, bisognerebbe leggere cosa c'è scritto nel contratto. Però, in assenza di espresse previsioni contrattuali per il caso di specie, dovrebbe funzionare più o meno come vado a esporre.
    Tecnicamente parlando, il dazio non è un'imposta.
    L'IVA è un'imposta e grava sul consumatore finale. Se aumenta l'IVA tra la sottoscrizione del contratto e la consegna del bene (il momento impositivo ai fini IVA), a parità di prezzo di listino (i listini si determinano al netto di IVA), il costo per il cliente "privato" aumenta. E, in questo caso, il cliente non potrebbe generalmente invocare nessuna eccezione, salvo diverse pattuizioni contrattuali.
    Il dazio, invece, è un tributo che grava sull'importatore e di cui quest'ultimo tiene conto per determinare il prezzo di listino (unitamente al costo di acquisto dalla casa madre, al tasso di cambio, alle spese di trasporto e a tutti gli oneri accessori). Se il dazio aumenta, l'unico modo per l'importatore di "ribaltare" l'aumento sul cliente è di ritoccare il prezzo di listino. Lo stesso avverrebbe se aumentassero le spese di trasporto o il tasso di cambio variasse significativamente a sfavore.
    Non tocco il discorso Incoterms, che complicherebbero ancor di più la questione (so che con te non sarebbe un problema) ma, in pratica, quando aumentano i dazi su determinati beni, all'importatore costa di più rendere disponibili per la vendita in Italia quei determinati beni.
    Quando, come nel caso di specie, l'aumento è consistente, l'importatore essenzialmente ha tre soluzioni:
    - decide di "assorbire" in tutto o in parte l'aumento, lasciando più o meno invariato il prezzo per i contratti già sottoscritti (eventualmente rimettendoci); in alcuni casi, la casa madre può "andargli incontro", ad esempio riducendo il prezzo di acquisto per l'importatore;
    - decide di aumentare il prezzo sui contratti già sottoscritti, rischiando che i clienti recedano;
    - recede lui stesso dal contratto, provando ad invocare la c.d. "onerosità sopravvenuta".
    La decisione dipende delle politiche commerciali che si intendono adottare per salvaguardare la fetta di mercato e/o l'immagine della casa madre e anche dal fatto che l'importatore appartenga o meno al gruppo societario della casa madre.
    Questo, ovviamente, per i contratti già sottoscritti.
    Nel futuro prossimo è ovvio che i listini aumenteranno. In che misura (se pari i maggiori dazi o qualcosa in meno) lo vedremo.
    se hai ragione te chi ha comprato a 10 deve ritirare a 10, per il dazio son caxxi di HD Italia...
    ne consegue che se la moto viene consegnata davvero chi l'ha ordinata a 10 si ritrova una moto che di listino ne costa x in più (bel guadagno in termini di valore dell'usato), ma qualcosa mi dice che ci saranno "incredibili ritardi" ed il firmatario sarà gentilmente invitato a rescindere il contratto, però senza penali, neh?

    0 Not allowed! Not allowed!
    meNbro della CELLULA LIGURE "BELIN T'AMII"
    “Accingerci a risollevare qualcuno da terra: è il solo motivo che ci autorizzi a guardare qualcuno dall'alto in basso.”
    Jesse Louis Jackson Jr.

  9. #2269
    Ci fai le stesse cose... L'avatar di FASTGABRY
    Data Registrazione
    20-08-2005
    Località
    tra pd e ve
    Messaggi
    55,303
    Thumbs Up/Down
    Received: 58/6
    Given: 0/0

    Predefinito

    L’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno concordato una tregua sui dazi commerciali imposti durante l’amministrazione Trump - https://www.ilpost.it/2021/05/17/uni...ua-dazi-trump/


    Giao nini

    0 Not allowed! Not allowed!
    Vivo per l' Ivo (e gs adv 1150) ...il resto ze fuffa

  10. #2270
    Webmastro L'avatar di PennyWise
    Data Registrazione
    17-12-2011
    Località
    Monza-Chiavari
    Messaggi
    6,207
    Thumbs Up/Down
    Received: 30/2
    Given: 16/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FASTGABRY Visualizza Messaggio
    L’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno concordato una tregua sui dazi commerciali imposti durante l’amministrazione Trump - https://www.ilpost.it/2021/05/17/uni...ua-dazi-trump/


    Giao nini
    Non ho letto l'articolo, ti hanno ringraziato almeno?

    0 Not allowed! Not allowed!
    Confraternita della Microfibra
    meNbro della CELLULA LIGURE "BELIN T'AMII"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •