Pagina 2 di 2 PrimaPrima 1 2
Risultati da 11 a 20 di 20

Discussione: Dal Monte Grappa al Fiume Sacro. I sacelli della Patria (31/10-2/11/2020).

  1. #11
    Ci fai le stesse cose... L'avatar di FASTGABRY
    Data Registrazione
    20-08-2005
    Località
    tra pd e ve
    Messaggi
    54,242
    Thumbs Up/Down
    Received: 38/5
    Given: 0/0

    Predefinito

    La vista dal grappa é incredibile..domina la pianura fino venezia.

    0 Not allowed! Not allowed!
    Vivo per l' Ivo (e gs adv 1150) ...il resto ze fuffa

  2. #12
    L'avatar di travel
    Data Registrazione
    12-09-2009
    Messaggi
    6,334
    Thumbs Up/Down
    Received: 7/0
    Given: 3/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FASTGABRY Visualizza Messaggio
    La vista dal grappa é incredibile..domina la pianura fino venezia.
    Si, al nemico doveva dare un'impressione di sgomento, come un vero titano che aiutava i soldati a resistere. Solo su Cima Grappa erano piazzati 72 cannoni e 70 mitragliatrici, e il forte (dove oggi è il Sacrario) poteva ospitare una guarnigione di 15.000 uomini.
    Sul Monte Grappa si sono combattute battaglie violente, allo strenuo delle forze e con una tenacia rara: la sistemazione dell’esercito italiano sul Grappa era assai difficile perché era ormai ridotto alle ultime propaggini montane verso la pianura, tanto che il generale austriaco Conrad definì la condizione dei nostri raparti come “quella di un naufrago aggrappato ad una tavola di salvataggio, per cui sarebbe bastato mozzargli le dita per vederlo annegare”. Questo spavaldo non conosceva però il valore dei nostri soldati che fino alla morte difesero la posizione. Il Comando Supremo, nel citare l’eroico comportamento dell’Armata del Grappa, così recitava nel bollettino di guerra del 18 giugno 1918: “ciascun sodato, difendendo il Grappa, sentì che ogni palmo del monte era sacro alla Patria”.

    MOlti di noi ricordano la Canzone del Piave, ma anche i versi della Canzone del Grappa non sono meno commoventi:

    “Monte Grappa, tu sei la mia patria,

    sovra te il nostro sole risplende, a te mira chi spera ed attende,
    i fratelli che a guardia vi stan.
    Contro a te già s’infranse il nemico,
    che all’Italia tendeva lo sguardo:
    non si passa un cotal baluardo, affidato agli italici cuor.
    Monte Grappa, tu sei la mia Patria,
    sei la stella che addita il cammino,
    sei la gloria, il volere, il destino,
    che all’Italia ci fa ritornar.
    Le tue cime fur sempre vietate,
    per il pie’ dell’odiato straniero,
    dei tuoi fianchi egli ignora il sentiero
    che pugnando più volte tentò.
    Quale candida neve che al verno
    ti ricopre di splendido ammanto,
    tu sei puro ed invitto col vanto
    che il nemico non lasci passar.
    O montagna, per noi tu sei sacra;
    giù di lì scenderanno le schiere
    che irrompenti, a spiegate bandiere,
    l’invasore dovranno scacciar.
    Ed i giorni del nostro servaggio
    che scontammo mordendo nel freno,
    in un forte avvenire sereno
    noi ben presto vedremo mutar”.

    0 Not allowed! Not allowed!
    meNbro della CELLULA LIGURE "BELIN T'AMII"

    Presidente del Movimiento CDC

    MEMBRO FONDATORE DELLA CELLULA LOMBARDA "I CIUCIANEBIA"

  3. #13

    Data Registrazione
    27-03-2011
    Località
    - Genova
    Messaggi
    1,505
    Thumbs Up/Down
    Received: 1/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da travel Visualizza Messaggio
    Si, al nemico doveva dare un'impressione di sgomento, come un vero titano che aiutava i soldati a resistere. Solo su Cima Grappa erano piazzati 72 cannoni e 70 mitragliatrici, e il forte (dove oggi è il Sacrario) poteva ospitare una guarnigione di 15.000 uomini.
    Sul Monte Grappa si sono combattute battaglie violente, allo strenuo delle forze e con una tenacia rara: la sistemazione dell’esercito italiano sul Grappa era assai difficile perché era ormai ridotto alle ultime propaggini montane verso la pianura, tanto che il generale austriaco Conrad definì la condizione dei nostri raparti come “quella di un naufrago aggrappato ad una tavola di salvataggio, per cui sarebbe bastato mozzargli le dita per vederlo annegare”. Questo spavaldo non conosceva però il valore dei nostri soldati che fino alla morte difesero la posizione. Il Comando Supremo, nel citare l’eroico comportamento dell’Armata del Grappa, così recitava nel bollettino di guerra del 18 giugno 1918: “ciascun sodato, difendendo il Grappa, sentì che ogni palmo del monte era sacro alla Patria”.

    MOlti di noi ricordano la Canzone del Piave, ma anche i versi della Canzone del Grappa non sono meno commoventi:

    “Monte Grappa, tu sei la mia patria,

    sovra te il nostro sole risplende, a te mira chi spera ed attende,
    i fratelli che a guardia vi stan.
    Contro a te già s’infranse il nemico,
    che all’Italia tendeva lo sguardo:
    non si passa un cotal baluardo, affidato agli italici cuor.
    Monte Grappa, tu sei la mia Patria,
    sei la stella che addita il cammino,
    sei la gloria, il volere, il destino,
    che all’Italia ci fa ritornar.
    Le tue cime fur sempre vietate,
    per il pie’ dell’odiato straniero,
    dei tuoi fianchi egli ignora il sentiero
    che pugnando più volte tentò.
    Quale candida neve che al verno
    ti ricopre di splendido ammanto,
    tu sei puro ed invitto col vanto
    che il nemico non lasci passar.
    O montagna, per noi tu sei sacra;
    giù di lì scenderanno le schiere
    che irrompenti, a spiegate bandiere,
    l’invasore dovranno scacciar.
    Ed i giorni del nostro servaggio
    che scontammo mordendo nel freno,
    in un forte avvenire sereno
    noi ben presto vedremo mutar”.

    Roba da brividi.....

    0 Not allowed! Not allowed!

  4. #14
    Moderatore L'avatar di L' UOMO NERO
    Data Registrazione
    01-10-2004
    Località
    PADOVA.
    Messaggi
    38,053
    Thumbs Up/Down
    Received: 40/1
    Given: 54/1

    Predefinito

    i luoghi che hai visitato li sento particolarmente "miei" e non per la relativa vicinanza ma perchè mio nonno, ragazzo del '99 e Cavaliere di Vittorio Veneto mi ha tanto raccontato di quella guerra che oggi ci pare così distante...la canzone di Gaeta "Il Piave mormorava.." la conosco a memoria..
    proprio ieri, riordinando delle foto ne è saltata fuori una fatta nel 1918 in uniforme... mio nonno aveva 19 anni.. quanta tenerezza e quanto onore in quei ragazzi che hanno dato la loro vita per la Patria, patria oggi tanto derisa e denigrata...quasi fosse un'offesa dire che si è fieri di essere Italiani.



    0 Not allowed! Not allowed!
    Instagram : https://www.instagram.com/uomo.nero/ @uomo.nero - -

  5. #15
    Moderatore L'avatar di L' UOMO NERO
    Data Registrazione
    01-10-2004
    Località
    PADOVA.
    Messaggi
    38,053
    Thumbs Up/Down
    Received: 40/1
    Given: 54/1

    Predefinito

    dimenticavo, l'anno scorso ho visitato a Vicenza un bel museo sulla storia della resistenza (alla dominazione austriaca) ed il percorso storico è ben illustrato e ricco di documenti e reperti dell'epoca sino ad arrivare alla prima grande guerra, il Museo si trova vicino al santuario di Monte Berico sopra Vicenza.

    https://www.museicivicivicenza.it/it/mrr/info.php


    https://www.google.com/maps/uv?pb=!1...oiowCnoECBYQAw


    0 Not allowed! Not allowed!
    Instagram : https://www.instagram.com/uomo.nero/ @uomo.nero - -

  6. #16
    L'avatar di travel
    Data Registrazione
    12-09-2009
    Messaggi
    6,334
    Thumbs Up/Down
    Received: 7/0
    Given: 3/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da L' UOMO NERO Visualizza Messaggio
    dimenticavo, l'anno scorso ho visitato a Vicenza un bel museo sulla storia della resistenza (alla dominazione austriaca) ed il percorso storico è ben illustrato e ricco di documenti e reperti dell'epoca sino ad arrivare alla prima grande guerra, il Museo si trova vicino al santuario di Monte Berico sopra Vicenza.

    https://www.museicivicivicenza.it/it/mrr/info.php


    https://www.google.com/maps/uv?pb=!1...oiowCnoECBYQAw

    Grazie! Appena posso voglio andarci


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    0 Not allowed! Not allowed!
    meNbro della CELLULA LIGURE "BELIN T'AMII"

    Presidente del Movimiento CDC

    MEMBRO FONDATORE DELLA CELLULA LOMBARDA "I CIUCIANEBIA"

  7. #17
    L'avatar di xclode
    Data Registrazione
    19-06-2008
    Località
    terraferma della Serenissima
    Messaggi
    4,105
    Thumbs Up/Down
    Received: 2/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da travel Visualizza Messaggio
    Tre giorni dal 31/10 al 2/11 fatti con molta calma. L’idea di partire dal Passo del Tonale ti evita la noiosa autostrada A4 che, da Milano, è la via principale per il Veneto, con poche alternative (la Pedemontana). L’arrivo da Nord, dal Tonale al Piave, fa comprendere come gli strateghi italiani avessero ben utilizzato le barriere naturali presenti nel territorio. Però esse furono “madri e matrigne” perché se è vero che quei monti e quei corsi d’acqua erano baluardi ostili contro il nemico, è altresì vero che furono severi ospiti per i difensori, con rocce nude su cui restare aggrappati e ghiacciai e crode, picchi e vallette, da vigilare in condizioni estreme di vita e di combattimenti, tra mille insidie naturali ed umane. E mentre scorri in avanti la strada pacifica con la moto, i pensieri corrono indietro, ai nostri nonni, con la loro gioventù rimasta aggrappata là, tra quelle pietre e quelle nevi... Insomma vedendo le testimonianze di questa guerra terribile e lunga, ti rendi conto che il bene e il male non hanno alcun limite, fuorché quello di esistere entrambi.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


    molti oggi dovrebbero leggere BENE quello che hai scritto e farsi un giro per quei posti sapendo che luoghi calpestano i loro piedi

    complimenti

    0 Not allowed! Not allowed!

  8. #18
    L'avatar di travel
    Data Registrazione
    12-09-2009
    Messaggi
    6,334
    Thumbs Up/Down
    Received: 7/0
    Given: 3/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da xclode Visualizza Messaggio
    molti oggi dovrebbero leggere BENE quello che hai scritto e farsi un giro per quei posti sapendo che luoghi calpestano i loro piedi

    complimenti
    Grazie


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    0 Not allowed! Not allowed!
    meNbro della CELLULA LIGURE "BELIN T'AMII"

    Presidente del Movimiento CDC

    MEMBRO FONDATORE DELLA CELLULA LOMBARDA "I CIUCIANEBIA"

  9. #19
    L'avatar di Ronfo
    Data Registrazione
    24-06-2008
    Località
    Aosta
    Messaggi
    10,769
    Thumbs Up/Down
    Received: 33/0
    Given: 17/0

    Predefinito

    Finalmente me lo sono letto bene e ti ringrazio per la bella esposizione e le immagini.
    Mi sono rivisto mio nonno che partì a 30 anni per quei posti lasciando a casa la moglie incinta di mio papà e il fratellino di due anni.
    Da come, raramente, ci raccontava traspariva un inutile massacro e sofferenze (freddo, fame e malattie) inaudite.
    Da ragazzino inizio anni 60 mio padre portò mio nonno, mio fratello e me a Redipuglia e lì vidi mio nonno piangere, non l'ho mai scordato e quando qualcuno mi parla di guerra lo prenderei a calci nei maroni.

    Meno male che salvò la pelle.

    0 Not allowed! Not allowed!
    meNbro della CELLULA LIGURE "BELIN T'AMII"

  10. #20
    L'avatar di FRATU71
    Data Registrazione
    19-09-2018
    Località
    SS 434
    Messaggi
    1,111
    Thumbs Up/Down
    Received: 9/1
    Given: 12/5

    Predefinito

    Letto solo ora!
    Non posso evitare di commuovermi!

    0 Not allowed! Not allowed!
    La mia mission è battere i 20K di messaggi di PaoloOvada

    Vespa 50 Special - FXDWG 1997 EVO - pedana vibrante 50 velocità

    Chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo (A. Einstein)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •