Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 35

Discussione: Shovel, peggior motore HD?

  1. #21
    L'avatar di MagNETo
    Data Registrazione
    14-07-2008
    Località
    Tra Veneto e Toscana
    Messaggi
    7,669
    Thumbs Up/Down
    Received: 12/0
    Given: 3/0

    Predefinito

    Ormai in shovel ci giro da qualche annetto credo di poter dire la mia, intanto non sono tutti uguali, tra i primi early shovel o generator shovel 72 pollici (1966-1970) e gli ultimi late shovel o cone shovel 80 (fino al 1984) ci sono moltissime differenze, i primi sostanzialmente sono dei panhead con cilindri e teste differenti, gli ultimi anticipano il basamento e la cilindrata (1340) degli evolution. Detto questo tutti hanno in comune difetti non indifferenti, in primis la lubrificazione delle teste, migliorata con gli anni ma mai ottimale, poi l'architettura dei cilindri che sono accoppiati con basamento e teste a due a due con viti, mentre evo e successivi hanno i prigionieri passanti rendendo tutto più stabile. I cilindri in ghisa poi hanno dilatazioni diverse dall'alluminio di teste e basamento, e soprattutto girando "magri" tendono a surriscaldarsi e creare micro frizioni sulle superfici che con il tempo portano alle famigerate perdite d'olio, o peggio. Vero inoltre che soprattutto all'inizio del periodo AMF la qualità delle lavorazioni era mediocre e gli assemblaggi approssimativi, è noto che a metà anni '70 la Mo.Co. lavorava con maestranze demotivate e attrezzature obsolete. Le linee di produzione sono state riattrezzate nel 1978, e secondo molti meccanici i migliori shovel sono proprio i 1978-1980, poi la gestione AMF è entrata in crisi fino alla vendita del 1981.

    E allora perchè shovel? Perché a dispetto di tutti i suoi difetti è un motore eccezionalmente affascinante, rispetto al Panhead ha molta più vivacità, e rispetto a un evo ha decisamente più carattere, sicuramente va meno ma ha una erogazione pastosa, viva, senti le "pistonate" quasi come con un mono, ai bassi è addirittura cattiva. E poi è estremamente semplice, pochi pezzi, zero elettronica (quelle nate con accensione elettronica dal 79 in poi sono state quasi tutte riconvertite a puntine), hanno il kick o comunque è facilissimo installarlo. Il motore perfetto per un chopper.

    Come ho detto altre volte l'unica ricetta per convivere felicemente con uno shovel è rifarlo da zero, senza fidarsi di lavori precedenti o restauri non documentati. Si smonta tutto e, con l'aiuto di uno COMPETENTE si ricostruisce facendo tesoro dei miglioramenti escogitati negli anni sia dalla Mo.Co. sia dai meccanici indipendenti. Cuscinetti nuovi, albero allineato e bilanciato, bilanciatura biella-pistone, ottimizzazione condotti olio, guarnizioni moderne al silicone, sedi valvole e gommini compatibili con benzine verdi, revisione o sostituzione pompa olio e breather, installazione filtro esterno raffreddato o radiatore olio, non ultimo a seconda delle versioni installazione di un carburatore nuovo (io uso un Keihin CV da evo, altri preferiscono S&S), accensione moderna sia che si usino le puntine (io ho le Blue Streak+bobina Dyna) sia che si opti per la semi elettronica centrifuga tipo Dyna S o elettronica programmabile.

    Io sulla mia a parte la manutenzione annuale, che affido a Luca di Shop74, vero guru di pan e shovel, non ho mai avuto problemi rilevanti. Non so dire quanti km ci ho fatto perchè non ho il contakm ma presumo circa 20.000, mai rimasto a piedi anche se qualche rognetta va messa in conto, una volta ho perso la leva cambio per le vibrazioni, un'altra si è staccato il tubo di mandata alle teste e mi ha inondato la gamba di olio a 90° , un'altra ancora si è rotto il comando asta frizione e son tornato a casa tirandola con la catena del portafogli.

    Niente perdite d'olio dal motore, a parte il tubo di sfiato basamento che quando sta ferma molto tempo alla prima accensione di solito fa uscire un mezzo bicchiere che io comunque ributto dentro al serbatoio. C'è da dire che di serie lo sfiato basamento dovrebbe andare nella primaria ma io ho la cinghia con frizione a secco quindi lo sfiato è stato deviato esternamente.

    Nel complesso la mia moto preferita per viaggiare

    0 Not allowed! Not allowed!
    Be a simple kind of man

  2. #22
    L'avatar di MagNETo
    Data Registrazione
    14-07-2008
    Località
    Tra Veneto e Toscana
    Messaggi
    7,669
    Thumbs Up/Down
    Received: 12/0
    Given: 3/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da spiedo Visualizza Messaggio
    Non ho competenze per dire se è peggio o migliore ma Pilosio mi ha sempre detto esser il peggiore!...
    In effetti è così, ma gli voglio bene proprio per i suoi difetti

    0 Not allowed! Not allowed!
    Be a simple kind of man

  3. #23
    L'avatar di spiedo
    Data Registrazione
    05-07-2003
    Località
    Udine
    Messaggi
    24,934
    Thumbs Up/Down
    Received: 5/0
    Given: 6/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da MagNETo Visualizza Messaggio
    Ormai in shovel ci giro da qualche annetto credo di poter dire la mia, intanto non sono tutti uguali, tra i primi early shovel o generator shovel 72 pollici (1966-1970) e gli ultimi late shovel o cone shovel 80 (fino al 1984) ci sono moltissime differenze, i primi sostanzialmente sono dei panhead con cilindri e teste differenti, gli ultimi anticipano il basamento e la cilindrata (1340) degli evolution. Detto questo tutti hanno in comune difetti non indifferenti, in primis la lubrificazione delle teste, migliorata con gli anni ma mai ottimale, poi l'architettura dei cilindri che sono accoppiati con basamento e teste a due a due con viti, mentre evo e successivi hanno i prigionieri passanti rendendo tutto più stabile. I cilindri in ghisa poi hanno dilatazioni diverse dall'alluminio di teste e basamento, e soprattutto girando "magri" tendono a surriscaldarsi e creare micro frizioni sulle superfici che con il tempo portano alle famigerate perdite d'olio, o peggio. Vero inoltre che soprattutto all'inizio del periodo AMF la qualità delle lavorazioni era mediocre e gli assemblaggi approssimativi, è noto che a metà anni '70 la Mo.Co. lavorava con maestranze demotivate e attrezzature obsolete. Le linee di produzione sono state riattrezzate nel 1978, e secondo molti meccanici i migliori shovel sono proprio i 1978-1980, poi la gestione AMF è entrata in crisi fino alla vendita del 1981.

    E allora perchè shovel? Perché a dispetto di tutti i suoi difetti è un motore eccezionalmente affascinante, rispetto al Panhead ha molta più vivacità, e rispetto a un evo ha decisamente più carattere, sicuramente va meno ma ha una erogazione pastosa, viva, senti le "pistonate" quasi come con un mono, ai bassi è addirittura cattiva. E poi è estremamente semplice, pochi pezzi, zero elettronica (quelle nate con accensione elettronica dal 79 in poi sono state quasi tutte riconvertite a puntine), hanno il kick o comunque è facilissimo installarlo. Il motore perfetto per un chopper.

    Come ho detto altre volte l'unica ricetta per convivere felicemente con uno shovel è rifarlo da zero, senza fidarsi di lavori precedenti o restauri non documentati. Si smonta tutto e, con l'aiuto di uno COMPETENTE si ricostruisce facendo tesoro dei miglioramenti escogitati negli anni sia dalla Mo.Co. sia dai meccanici indipendenti. Cuscinetti nuovi, albero allineato e bilanciato, bilanciatura biella-pistone, ottimizzazione condotti olio, guarnizioni moderne al silicone, sedi valvole e gommini compatibili con benzine verdi, revisione o sostituzione pompa olio e breather, installazione filtro esterno raffreddato o radiatore olio, non ultimo a seconda delle versioni installazione di un carburatore nuovo (io uso un Keihin CV da evo, altri preferiscono S&S), accensione moderna sia che si usino le puntine (io ho le Blue Streak+bobina Dyna) sia che si opti per la semi elettronica centrifuga tipo Dyna S o elettronica programmabile.

    Io sulla mia a parte la manutenzione annuale, che affido a Luca di Shop74, vero guru di pan e shovel, non ho mai avuto problemi rilevanti. Non so dire quanti km ci ho fatto perchè non ho il contakm ma presumo circa 20.000, mai rimasto a piedi anche se qualche rognetta va messa in conto, una volta ho perso la leva cambio per le vibrazioni, un'altra si è staccato il tubo di mandata alle teste e mi ha inondato la gamba di olio a 90° , un'altra ancora si è rotto il comando asta frizione e son tornato a casa tirandola con la catena del portafogli.

    Niente perdite d'olio dal motore, a parte il tubo di sfiato basamento che quando sta ferma molto tempo alla prima accensione di solito fa uscire un mezzo bicchiere che io comunque ributto dentro al serbatoio. C'è da dire che di serie lo sfiato basamento dovrebbe andare nella primaria ma io ho la cinghia con frizione a secco quindi lo sfiato è stato deviato esternamente.

    Nel complesso la mia moto preferita per viaggiare
    Che bel post... mi ricorda quelli che faceva il Griso..

    L.ho salvato!
    Grazie

    0 Not allowed! Not allowed!
    "Si chiama Spiedo , gira ...mica Barbecuet" cit. danapbanana

  4. #24
    L'avatar di MagNETo
    Data Registrazione
    14-07-2008
    Località
    Tra Veneto e Toscana
    Messaggi
    7,669
    Thumbs Up/Down
    Received: 12/0
    Given: 3/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da griso73 Visualizza Messaggio
    il conoscente che ho scritto sopra parlava di 10.000 eurini spesi sul solo motore ....anche lui dice che va bene adesso...
    Beh 10.000 son tanti, ma se vuoi fare un lavoro serio e duraturo non è che ti puoi allontanare moltissimo, poi ovviamente dipende dallo stato di quello che hai in mano. Per quello dico che conviene comprare un relitto e rifarlo da zero con i controc@55i piuttosto che spendere una cifra per un "restaurato" pieno di incognite.

    0 Not allowed! Not allowed!
    Be a simple kind of man

  5. #25
    L'avatar di danapbanana
    Data Registrazione
    20-06-2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,642
    Thumbs Up/Down
    Received: 7/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da MagNETo Visualizza Messaggio
    Ormai in shovel ci giro da qualche annetto credo di poter dire la mia, intanto non sono tutti uguali, tra i primi early shovel o generator shovel 72 pollici (1966-1970) e gli ultimi late shovel o cone shovel 80 (fino al 1984) ci sono moltissime differenze, i primi sostanzialmente sono dei panhead con cilindri e teste differenti, gli ultimi anticipano il basamento e la cilindrata (1340) degli evolution. Detto questo tutti hanno in comune difetti non indifferenti, in primis la lubrificazione delle teste, migliorata con gli anni ma mai ottimale, poi l'architettura dei cilindri che sono accoppiati con basamento e teste a due a due con viti, mentre evo e successivi hanno i prigionieri passanti rendendo tutto più stabile. I cilindri in ghisa poi hanno dilatazioni diverse dall'alluminio di teste e basamento, e soprattutto girando "magri" tendono a surriscaldarsi e creare micro frizioni sulle superfici che con il tempo portano alle famigerate perdite d'olio, o peggio. Vero inoltre che soprattutto all'inizio del periodo AMF la qualità delle lavorazioni era mediocre e gli assemblaggi approssimativi, è noto che a metà anni '70 la Mo.Co. lavorava con maestranze demotivate e attrezzature obsolete. Le linee di produzione sono state riattrezzate nel 1978, e secondo molti meccanici i migliori shovel sono proprio i 1978-1980, poi la gestione AMF è entrata in crisi fino alla vendita del 1981.

    E allora perchè shovel? Perché a dispetto di tutti i suoi difetti è un motore eccezionalmente affascinante, rispetto al Panhead ha molta più vivacità, e rispetto a un evo ha decisamente più carattere, sicuramente va meno ma ha una erogazione pastosa, viva, senti le "pistonate" quasi come con un mono, ai bassi è addirittura cattiva. E poi è estremamente semplice, pochi pezzi, zero elettronica (quelle nate con accensione elettronica dal 79 in poi sono state quasi tutte riconvertite a puntine), hanno il kick o comunque è facilissimo installarlo. Il motore perfetto per un chopper.

    Come ho detto altre volte l'unica ricetta per convivere felicemente con uno shovel è rifarlo da zero, senza fidarsi di lavori precedenti o restauri non documentati. Si smonta tutto e, con l'aiuto di uno COMPETENTE si ricostruisce facendo tesoro dei miglioramenti escogitati negli anni sia dalla Mo.Co. sia dai meccanici indipendenti. Cuscinetti nuovi, albero allineato e bilanciato, bilanciatura biella-pistone, ottimizzazione condotti olio, guarnizioni moderne al silicone, sedi valvole e gommini compatibili con benzine verdi, revisione o sostituzione pompa olio e breather, installazione filtro esterno raffreddato o radiatore olio, non ultimo a seconda delle versioni installazione di un carburatore nuovo (io uso un Keihin CV da evo, altri preferiscono S&S), accensione moderna sia che si usino le puntine (io ho le Blue Streak+bobina Dyna) sia che si opti per la semi elettronica centrifuga tipo Dyna S o elettronica programmabile.

    Io sulla mia a parte la manutenzione annuale, che affido a Luca di Shop74, vero guru di pan e shovel, non ho mai avuto problemi rilevanti. Non so dire quanti km ci ho fatto perchè non ho il contakm ma presumo circa 20.000, mai rimasto a piedi anche se qualche rognetta va messa in conto, una volta ho perso la leva cambio per le vibrazioni, un'altra si è staccato il tubo di mandata alle teste e mi ha inondato la gamba di olio a 90° , un'altra ancora si è rotto il comando asta frizione e son tornato a casa tirandola con la catena del portafogli.

    Niente perdite d'olio dal motore, a parte il tubo di sfiato basamento che quando sta ferma molto tempo alla prima accensione di solito fa uscire un mezzo bicchiere che io comunque ributto dentro al serbatoio. C'è da dire che di serie lo sfiato basamento dovrebbe andare nella primaria ma io ho la cinghia con frizione a secco quindi lo sfiato è stato deviato esternamente.

    Nel complesso la mia moto preferita per viaggiare
    Che bello leggere questi post , quanta passione , competenza e permettimi la parola anche umiltà e compostezza . Sei una persona speciale come la tua moto ! ! Fai quasi venire voglia di prendere uno shovel per gli uomini che non devono chiedere mai ....

    0 Not allowed! Not allowed!

  6. #26
    L'avatar di spiedo
    Data Registrazione
    05-07-2003
    Località
    Udine
    Messaggi
    24,934
    Thumbs Up/Down
    Received: 5/0
    Given: 6/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danapbanana Visualizza Messaggio
    Che bello leggere questi post , quanta passione , competenza e permettimi la parola anche umiltà e compostezza . Sei una persona speciale come la tua moto ! ! Fai quasi venire voglia di prendere uno shovel per gli uomini che non devono chiedere mai ....
    Anche no senza i requisiti di cui sopra

    0 Not allowed! Not allowed!
    "Si chiama Spiedo , gira ...mica Barbecuet" cit. danapbanana

  7. #27

    Data Registrazione
    25-06-2008
    Località
    Fiorenza
    Messaggi
    1,468
    Thumbs Up/Down
    Received: 1/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    Sempre avuto antipatia per lo shovel.... Proprio per quanto scritto sopra, troppi difetti di progettazione ed assemblaggio. Se si rifà tutto poi va bene? Ma quale motore non andrebbe bene se si rifacesse completamente con le migliori componentistiche e le mani di un bravo meccanico? Se dovessi comprare qualcosa di vecchio sarebbe un knucklehead, ma capisco che sarebbe ancor più problematico da gestire...
    In generale se si guardano i motori automobilistici quelli da moto fanno ridere per manutenzione e longevità

    Inviato dal mio VOG-L29 utilizzando Tapatalk

    0 Not allowed! Not allowed!

  8. #28
    L'avatar di Piggy
    Data Registrazione
    19-06-2008
    Località
    Postal
    Messaggi
    3,157
    Thumbs Up/Down
    Received: 1/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da MagNETo Visualizza Messaggio
    Beh 10.000 son tanti, ma se vuoi fare un lavoro serio e duraturo non è che ti puoi allontanare moltissimo, poi ovviamente dipende dallo stato di quello che hai in mano. Per quello dico che conviene comprare un relitto e rifarlo da zero con i controc@55i piuttosto che spendere una cifra per un "restaurato" pieno di incognite.
    Esattamente quello che penso io, tranne in rari casi dove magari ci si può anche fidare del venditore. Meglio spendere il meno possibile e poi partire da zero. Almeno sai cosa ci sará nel motore e chi ci ha messo veramente le mani.

    0 Not allowed! Not allowed!
    L'Harley é un Hobby? certo, e anche il matrimonio é solo un passatempo

  9. #29
    L'avatar di =acromion=
    Data Registrazione
    29-01-2007
    Località
    San Giorgio Monferrato(AL)
    Messaggi
    8,372
    Thumbs Up/Down
    Received: 3/0
    Given: 3/0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da spiedo Visualizza Messaggio
    Non ho competenze per dire se è peggio o migliore ma Pilosio mi ha sempre detto esser il peggiore!
    Mi ha sempre detto compra Pan, WL, EVO ma non prender Shovel che poi me lo porti, te lo faccio nuovo e dopo un mese ti pisca da tutte le parti e vieni a rompermi....

    Indi epr cui direi esser proprio il peggiore anche a detta sua.....

    Detto questo ha un gran fascino
    ok abbiamo la conferma che è un cesso

    0 Not allowed! Not allowed!
    Per tutti sono "il Giampy"
    Revenant: "...il mio cane mi ha mangiato la sella, cosa mi consigliate per rifarla?"
    Belavecio : "rivesti la sella con la pelle del cane..risolvi 2 problemi."

  10. #30
    L'avatar di docgasper
    Data Registrazione
    21-08-2006
    Località
    trentino
    Messaggi
    2,704
    Thumbs Up/Down
    Received: 1/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    Gabry mi ha confidato che Ivo è peggio di Shovel



    Inviato dal mio Redmi Note 9 Pro utilizzando Tapatalk

    0 Not allowed! Not allowed!
    il Bela è la nostra coscienza che si ribella ( cit.Corradorombodituono)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •