Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: 2 Giorni in Friuli

  1. #1
    L'avatar di ponzio
    Data Registrazione
    24-06-2011
    Località
    padova
    Messaggi
    3,273
    Thumbs Up/Down
    Received: 4/0
    Given: 8/1

    Predefinito 2 Giorni in Friuli

    Approfittando del meteo favoloso, dell'assenza di impegni e del benestare della compagna , lo scorso fine settimana son partito per 2 gg di moto in solitaria! Avendo apprezzato l'esperienza in solitaria dell'anno scorso ho deciso di replicare anche quest'anno.

    Ero in dubbio tra Svizzera e Friuli, alla fine visto la situazione ancora poco chiara (avrei dormito in Svizzera, e onestamente non ho capito se la cosa avrebbe potuto comportare qualche problema con la situazione Covid) ho optato per la seconda opzione.

    Giorno 1:



    Partenza di buon'ora da Noventa Vicentina, decido contrariamente alle mie abitudini di prendere l'autostrada. Potrei prenderla a Noventa ma opto per andare fino a Padova attraversando i Colli Euganei, evitando di salire fino a Vicenza lungo la Valdastico. Da Padova tutta una tirata fino a Vittorio Veneto Nord, dove lascio l'autostrada per seguire la SS51 che porta al Lago di Santa Croce, sempre molto bella e quasi deserta visto che l'autostrada assorbe gran parte del traffico!

    Da Ponte nelle Alpi inizia una colonna di macchine che probabilmente continua fino a Cortina! Le Dolomiti Venete sono sempre più impraticabili... Poco male! A Longarone infatti abbandono la SS51 per salire verso la Diga del Vajont. In cima è d'obbligo una tappa...



    Da qui iniziano strade a me sconosciute! Impressionante verificare la profondità della valle a monte della frana...
    Dalla diga scendo verso il Lago di Barcis: strada molto bella, segue il torrente Cellina e scende abbastanza dolcemente, consentendo una guida rilassata.

    Da Barcis proseguo quindi per Maniago e poi Tramonti, con l'obbiettivo di "scalare" il Passo Rest. La strada che porta al passo è davvero impestata! Stretta e piena di curve e tornanti, richiede attenzione e impegno nella guida. Il paesaggio è molto bello, molto selvaggio, caratteristica piuttosto comune dell'intero Friuli da quanto ho potuto constatare! La discesa in direzione Ampezzo è ancora più impegnativa, ed il paesaggio ancora più bello, con scorci bellissimi sulla Valle del Tagliamento.





    Da Ampezzo, proseguo in direzione Sauris percorrendo il Passo Pura. Sceso dal Rest, la strada che porta in cima al Pura mi sembra facilissima! La strada è anche strettina ma facile da percorrere, invita a tratti anche una guida rotonda... Un filo più impegnativa la discesa verso il Lago di Sauris, dove gli ultimi tornati sono proprio a picco sul Lago, davvero suggestivo!







    Qui mi fermo per pranzare e riposarmi un pò! Panino con il pastin (una sorta di salsiccia speziata per chi non lo conoscesse), ma conto di tornarci per assaggiare il rinomato prosciutto!

    Riparto quindi in direzione Sella di Rioda. La strada che sale da Sauris è bellissima! Una delle più belle che ho avuto la fortuna di percorrere... Davvero molto consigliata! Asfalto perfetto e paesaggi da cartolina, con vista incredibile sulla valle sottostante.

    In cima alla Sella, combino un pasticcio! Fermadomi per fare una foto, scivolo e per la seconda volta nella mia decennale storia motociclistica sono costretto ad appoggiare la moto... Che pirla!!! Fortunatamente sono riuscito ad accompagnarla, quindi niente botte, ma appoggiandosi sullo scarico anteriore quest'ultimo si è leggermente piegato verso l'interno... Nulla di grave spero, però che giramento di balle e quante bestemmie!!! Brutto soprattutto potersela prendere unicamente con se stessi!





    Va beh, superata l'in****atura per l'accaduto (si fa per dire, mi sto dando del *******e ancora oggi...) riparto in direzione Sella Lavardet, passo per Pesariis e scendo ai piedi dello Zoncolan. Decido di non scalare lo Zoncolan, e in questo caso il termine scalare ci sta bene conoscendo le pendenze che lo caratterizzano, e seguo invece per Ravascletto. Anche qui strade molto belle e ben tenute, immerse nei boschi. Temendo di arrivare lungo con i tempi, non faccio la panoramica delle Vette ma vado dritto in direzione Paluzza.

    Da Paluzza, salgo quindi verso il Passo Monte Croce Carnico arrivando al confine di Stato. La salita al passo è molto molto scorrevole ed invita a godersi la moto! Meno interessante la discesa verso l'Austria, anche se il panorama resta davvero piacevole.





    Sceso in Austria, ne approfitto per fare il pieno! Seguo quindi la strada che attraversa la valle in direzione Hermagor, molto rilassante, per deviare dopo qualche decina di km in direzione del Passo del Pramollo (Nassfeld). Molto bella la salita lato austriaco, strada ampia e asfalto perfetto consentono una guida rilassata, nel mio caso facilitata dalla quasi totale assenza di traffico! Molto più stretta e tortuosa la discesa lato italiano, che complice un asfalto decisamente meno perfetto invita a rallentare l'andatura e a godersi il paesaggio che, per contro, è molto più vario e interessante.





    In origine avrei dovuto dormire sulla cima del passo, ma purtroppo l'hotel ha cancellato la prenotazione in quanto obbligati a chiudere un giorno in anticipo... Peccato! Sarà per la prossima volta...
    Ho dovuto quindi ripiegare sul primo albergo disponibile ad un prezzo (per me) accettabile, finendo così a Bagni di Lusnizza! Paesetto sperso lungo la Pontebbana... Davvero in mezzo al nulla! Albergo vecchietto ma pulito, cena passabile... Tanto basta per quanto mi riguarda!






    0 Not allowed! Not allowed!

  2. #2
    L'avatar di rospo
    Data Registrazione
    15-02-2014
    Località
    vi
    Messaggi
    10,400
    Thumbs Up/Down
    Received: 18/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    che ben
    il rest l'ho fatto il primo giorno che ho uscito il GW ...

    0 Not allowed! Not allowed!
    meNbro della CELLULA LIGURE "BELIN T'AMII"


  3. #3
    L'avatar di ponzio
    Data Registrazione
    24-06-2011
    Località
    padova
    Messaggi
    3,273
    Thumbs Up/Down
    Received: 4/0
    Given: 8/1

    Predefinito

    Giorno 2:



    Partenza di buonora da Bagni di Lusnizza in direzione Tarvisio, prima, e poi il confine di Stato con la Slovenia.
    Parto verso le 8, essendo domenica la strada è praticamente deserta! Che ben... La Pontebbana attraversa una bellissima vallata, molto rilassante lasciare trotterellare il trattore ai 80 all'ora godendosi il paesaggio! Da Tarvisio, la strada che porta al confine sale ma dolcemente, immersa nei boschi.



    Passo il confine ed in pochi km sono a Kranjska Gora. Cittadina turistica, rinomata sia per lo sci che per il trekking estivo, sembra molto carina, con un centro molto tipico e caratteristico.
    Da qui inizio a salire in direzione del Vrsic, passo montano che risale la vallata del torrente Pisnica. Salita molto impegnativa, con un susseguirsi di curve e tanti tornanti, caratterizzati dalla presenza di un fondo stradale fatto di sampietrini! Nell salita c'è traffico e si sale lentamente, ma anche a strada libera è consigliabile salire con calma visto che ad ogni curva si possono trovare vacche o pecore in mezzo alla strada! Paesaggio favoloso, selvaggio e imponente.
    Sempre impegnativa ma leggermente meno ripida (e senza sampietrini, vacche e pecore... ) la discesa verso Trenta. Si raggiunge quindi la favolosa valle dell'Isonzo, uno spettacolo per gli occhi e piacevolissima da percorrere in moto al leggero trotto... Davvero splendida!





    Dopo alcuni km, abbandono la valle dell'Isonzo per risalire verso Strmec Na Predelu ed il passo del Predil, da dove rientro in Italia. Esclusi dei tratti di strada in cui c'erano lavori in corso, bellissima la salita verso il confine di stato, asfalto perfetto e carreggiata ampia dove si può far correre un pò il trattor... la moto! Molto bella la discesa verso il Lago del Predil.
    Seguendo la strada in direzione Udine, percorro Sella Nevea, una strada favolosa da percorrere però con cautela data la pendenza, la larghezza limitata ed il traffico non esagerato ma presente.



    Sceso da Sella Nevea punto quindi in direzione Udine, seguendo la SS13, devio quindi in direzione Tolmezzo per salire a Sella Chianzutan. Bellissima la strada a salire da Tolmezzo/Verzegnis, ampia e con un fondo perfetto, si percorre ad andatura allegra! In cima non c'è nulla, l'unico bar/albergo è chiuso da tempo credo, a giudicare dall'esterno. Scendo dunque in direzione Pozzis, dove la strada si fa decisamente più tortuosa, e mi fermo a San Francesco per mangiare un ottimo frico!



    Da qui riparto bello sazio in direzione Barcis. Non ho voglia di scendere in pianura, e quindi finisco per perdermi sulle colline/montagne seguendo per Clauzetto. Stradine minuscole tutte curve, da percorrere con grande calma godendosi il paesaggio verdeggiante immerso nei boschi, condizione ottima per rilsassarsi e digerire il pasto!
    Seguo per Travesio, Meduno, ripercorro un pezzo della strada per passo Rest deviando infine verso Poffabro, con l'intenzione di scendere a Barcis attraverso Forcella Pala Barzana! Purtroppo, giunto a Poffabro, scopro che la forcella è chiusa per lavori visto che ci passerà il Giro d'Italia...
    Salgo in cima nella speranza di poter comunque scendere ma niente da fare. La strada è bellissima, faticosa ma molto molto bella! magari l'anno prossimo tornerò per completarla, approfittando del fatto che il fondo stradale appena sistemato sarà bello.

    Non posso fare altro che tornare giù, seguire per Maniago e quindi risalire la Valcellina fino a Barcis. Da qui poi prendo la salita per Piancavallo, molto bella e piuttosto veloce, necessario prestare attenzione a tratti al fondo leggermente umido nonostante non avesse piovuto di recente. Strada sempre in mezzo al verde, immersa nei boschi.
    La cima di Piancavallo offre numerosi servizi, ma personalmente l'ho trovata piuttosto triste... Diciamo per nulla ben inserita nel contesto montano, sembra un pò uno sfregio! Detto ciò, mi fermo mezz'oretta per riposare e bere una birretta, per poi ripartire verso casa.
    La discesa verso Aviano è molto molto ripida, ed in pochissimo tempo porta giù in pianura! Strada molto ampia e ben asfaltata, percorrendola, si può ammirare la pianura sottostante, non fosse per l'umidità perenne che limita la visibilità al primo paese ai piedi delle montagne!

    Arrivato in pianure, non resta che fare benzina e riprendere l'autostrada in direzione PD, quindi Colli e via a casa!

    0 Not allowed! Not allowed!
    Ultima modifica di ponzio; 14-09-2020 alle 12:51

  4. #4
    Ci fai le stesse cose... L'avatar di FASTGABRY
    Data Registrazione
    20-08-2005
    Località
    tra pd e ve
    Messaggi
    52,976
    Thumbs Up/Down
    Received: 8/4
    Given: 0/0

    Predefinito

    Che posti stupendi la Carnia.

    Come fai a salvare l'immagine cosi dell itinerario?

    0 Not allowed! Not allowed!
    Vivo per l' Ivo (e gs adv 1150) ...il resto ze fuffa

  5. #5
    L'avatar di docgasper
    Data Registrazione
    21-08-2006
    Località
    trentino
    Messaggi
    2,696
    Thumbs Up/Down
    Received: 1/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    Bel giro, ben concepito. Oltre Ravascletto non ci sono mai andato, lo terrò come guida


    Inviato dal mio Redmi Note 9 Pro utilizzando Tapatalk

    0 Not allowed! Not allowed!
    il Bela è la nostra coscienza che si ribella ( cit.Corradorombodituono)

  6. #6
    L'avatar di ponzio
    Data Registrazione
    24-06-2011
    Località
    padova
    Messaggi
    3,273
    Thumbs Up/Down
    Received: 4/0
    Given: 8/1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FASTGABRY Visualizza Messaggio
    Che posti stupendi la Carnia.

    Come fai a salvare l'immagine cosi dell itinerario?
    Costruisco il percorso su Google Maps e poi uso lo strumento "Cattura" di Windows per salvare come immagine solo la parte di schermo che mi interessa!

    0 Not allowed! Not allowed!

  7. #7
    L'avatar di HD Morris
    Data Registrazione
    08-10-2019
    Località
    Mansfield, Texas
    Messaggi
    723
    Thumbs Up/Down
    Received: 26/0
    Given: 4/0

    Predefinito

    Che figata! Complimenti!

    Dispiace per l’inconveniente! Purtroppo succede...
    Ma l’hai tirata su da solo?

    0 Not allowed! Not allowed!
    This is America. This is biker culture.
    Get on. Hold tight. Shut up!

  8. #8
    L'avatar di ponzio
    Data Registrazione
    24-06-2011
    Località
    padova
    Messaggi
    3,273
    Thumbs Up/Down
    Received: 4/0
    Given: 8/1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da HD Morris Visualizza Messaggio
    Che figata! Complimenti!

    Dispiace per l’inconveniente! Purtroppo succede...
    Ma l’hai tirata su da solo?
    Si si! Ho usato la tecnica che avevo visto in diversi video sul Web... Appoggiato le chiappe alla sella e fatto leva sulle gambe! Devo dire che viene su in un attimo senza nessuna fatica!

    Succede si, e non puoi fare altro che darti del pirla!

    0 Not allowed! Not allowed!

  9. #9

    Data Registrazione
    04-04-2017
    Località
    Friuli
    Messaggi
    976
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Predefinito

    Caspita di tutti i bei posti che ci sono in zona, proprio all'Orso di Bagni dovevi pernottare (e cenare, soprattutto...)?? Chiedere prima no?

    0 Not allowed! Not allowed!

  10. #10
    Ci fai le stesse cose... L'avatar di FASTGABRY
    Data Registrazione
    20-08-2005
    Località
    tra pd e ve
    Messaggi
    52,976
    Thumbs Up/Down
    Received: 8/4
    Given: 0/0

    Predefinito

    Letto ora.ma esistono moto senza para motore e borse?
    Ho visto dei para piegati per incidente..e nessuno con rotture tranne uno il mignolo.

    Lo fai per estetica?haha

    0 Not allowed! Not allowed!
    Vivo per l' Ivo (e gs adv 1150) ...il resto ze fuffa

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •