Finalmente, dopo due anni, riesco ad organizzare un giretto nel tanto decantato Verdon.
L'itinerario di andata e ritorno: pernottamenti a Castellane (un classico), per l'andata ho decido di fare il colle della Maddalena ma per arrivarci qualcosa deve essere andato storto visto che mi sono ritrovato a Torino


Sosta a Vinadio per poi marciare spediti per il colle della Maddalena e tappa pranzo a Barcellonette.


Dopodiché Col del la Cayolle per passare dalle Gorges de Daluis. Iniziano i panorami mozzafiato:






La benzina inizia a scarseggiare, ma impavido decido di deviare per Entrevaux, spettacolare paesotto costruito praticamente nella montagna. Purtroppo la non voluta deviazione per Torino ci è costata una visita più approfondita a questo bel borgo, ma almeno ho trovato un benzinaio. NON sarei arrivato a Castellane.


Arrivo nella stamberga di Castellane, cena in paese e nanna. Come inizio non c'è male, e in un giorno di viaggio ho preso sole, pioggia, caldo asfissiante e freddo becco.

Giorno 2: gole del Verdon e campi di lavanda

Non mi dilungo sullo spettacolo delle gole, all'andata approccio il lato meridionale per avere le gole dal lato giusto della carreggiata. Giornata spettacolare, pochissimo traffico nonostante sia domenica. Un vero godimento.






Passaggio meravilgioso sul Pont de l'Artuby e via verso il lago




Arrivati a Moustiers Sainte Marie decidiamo di andare a fare due foto (eufemismo) ai campi di lavanda, perciò ridiscendiamo verso Sainte Croix du Verdon per poi dirigerci verso Allemagne en Provance e Valensole, sede dei migliori campi di lavanda nei dintorni.
Profumo meraviglioso e paesaggi incantevoli, divisi tra il viola della lavanda, il giallo intenso dei girasoli e il giallo paglierino del grano.











Ritorniamo indietro verso Moustiers Sainte Marie per tornare in zona Verdon e completare il giro delle gole passando dalla parte settentrionale. A LA Palud ovviamente facciamo una deviazione per la Route des Cretes. Vertigini.






Rientro a Castellane, pienamente soddisfatti di quanto ammirato.

Per il rientro avevo deciso di passare dalla famosa Route du Napoleon, strada spettacolare che riporta al mare. Arrivati a Grasse, stanchi ma felici, decidiamo di prendere autostrada fino a Genova con tappa a Sanremo per pranzetto in riva al mare.