http://maps.google.com/maps?saddr=mi...a=1,2&t=m&z=12




Da Milano a Chiavari o Lavagna o Rapallo e' un classico itinerario da fare per trovare la tizia in ferie o farsi un bagnetto e poi rientrare.

LA strada non e' nulla di particolare, e, volendo , potete tagliare il primo pezzo in pianura, che in estate puo' esser tragico, e partire da Pavia, anche perche qui si attaversa il bellissimo ponte in ferro della Becca , risalente al 1912.



Di li ancora piatta campagna fino a Broni, dove ci si inerpica per le stradine della collina d'oltrepo'..LAsciandosi alle spalle Varzi, che potete tranquillamente evitare, salvo che non siate sul ritorno e voglaite portarvia a casa uno dei suoi famosi salami, si sale , piuttosto rapidamente, Tra boschi fitti e con un asfalto discreto, al Brallo di Pregola, da cui una bella discesa vi portera' in Val Trebbia.


Percorriamo quindi la valle, Facendo attenzione sia ai ciucciamanubri che a coloro che dovrebbero fermarli, di cui purtroppo e' infestata, e dopo una ventina di km di strada , arriviamo in comune di Rovegno e, superato il capoluogo alla frazione Loco, dove svolterete per Fontanigorda e La Val d'Aveto attraverso il passo del Fregarolo.
Arrivati a Cabanne, sara' venuto mezzogiorno, vi consiglio VIVAMENTE una sosta all'albergo ristorante Paretin, un po' fuori paese in direzione di Chiavari. Antipasti, superbi Ravioli, tipo quelli di mamma, e ottimi secondi. il conto non riservera' sorprese..NON Parcheggiate nel parcheggio oltre la strada se e' umido...

Via, la morosa ci aspetta.......seguite per Borzonasca e , passata la forcella non avventuratevi per strade laterali, sono orribili!
In un'oretta sarete arrivati, sazi di curve e, ahime' , di ravioli.
Pronti a crogiolarvi al sole della liguria!

Percorso abbastanza tecnico, in parte,specie da Varzi al Brallo,visto in TV fatto assieme da Max Pezzali e il Parodi ,
e sul Fregarolo, stretto e tortuosissimo!
Poi occhio ai ciuccia manubri in Trebbia e al ghiaino onnipresente , specie sul Fregarolo, tra Loco e Cabanne.
Ovviamente con il tempo perturbato, la nebbia puo' essere presente sui passi e in val d'Aveto

Sono tutte strade da godersi in relax, ci si mette una mattina e si arriva contenti!

Per dormire, in caso di necessita', si puo' approfittare delle stanze del sunnominato Paretin a Cabanne,e potrebbe essere l'occasione per una cena epica.. oppure di un paio di hotel nel silenzio del Brallo, magari dopo una serata di ballo al suono dle piffero appenninico, tipico della zona.

Oltre ai salami, che meritano, e al vino d'oltrepo', un bel ricordo puo' essere un bel barattolo di miele, ottimo in Aveto e nella valle che dalla forcella porta a Borzonasca e di li a Chiavari...Buon Bagno a tutti!!