PDA

Visualizza Versione Completa : L'Aquila - un rilassante week end di paura



mAs
26-07-2009, 22:41
Tutto inizia leggendo questo:
http://www.webchapter.it/forum/showthread.php?t=40726

La premessa: per la lavoro altre rotture varie e svariate ho fatto pochissime uscite questa estate, la naturale conseguenza è uno stato d'animo bramoso di una lunghissima cavalcata, ancor meglio se in solitaria.

L'occasione si presenta con il thread che ho linkato prima, per me era la soluzione ideale: avrei potuto farmi due giorni in moto, letteralmente, come volevo. Avrei potuto partecipare ad una raccolta fondi per far del bene. E per finire avrei potuto vedere una mia cara amica che abita lì e che non vedevo da natale.

Dopo aver parlato della mia "malsana" idea in casa sono stato guardato come un pazzo per qualche minuto, per poi ricevere un (forse troppo) accondiscendente benestare dalla mia dolce metà. L'unica cosa che mi serviva a quel punto era la tenda, è proprio in questo mi viene in aiuto sempre la mia lei dicendomi di averne presa una alcune settimane prima, tutto questo avveniva 3 giorni prima della partenza.

La sera prima inizio a preparare tutto, salvo scoprire che la "tenda" di cui si è già parlato, non era affatto una tenda ma un'altra roba pseudo inutile che emula un ombrellone ma senza gambo...ormai è tardi per uscire a comperarla, per cui mi rassegno a spostare la mia sveglia di un paio d'ore per attendere l'apertura dei negozi (dopo la prima piccola crisi di nervi).

La mattina mi sveglio carico, faccio colazione, carico la moto, corro a prendere la tenda e alle 10.00 sono in autostrada. Altre volte ho affrontato questo viaggio impiegando circa 5 ore e mezza per cui sapevo che sarei stato in ritardo, ma al massimo di 30 40 minuti.
Tutto procede liscio, riduco le soste al minimo per il carburante, procedo spedito e costante, alle 15.30 mi trovo a TERAMO, circa 60 km mi separano la mia destinazione finale e mentre sto affrontando una curva a 140km/h ...

BOOM

... riesco ad accostare non so come, ringrazio chi in cielo mi ha aiutato, poi guardo la ruota posteriore e iniziano gli improperi...tranciata.

Per chi fosse curioso di dettagli e ancora non si fosse rotto le balle di leggere questo attacco logorroico dico che: un'aletta di interna al parafango di cui non conoscevo neanche l'esistenza, ma che adesso so servire a tener su i cavi elettrici, decide di svitarsi e mettersi di traverso facendo un bel servizio di barba alla mia gomma.

Provo ad accendermi una sigaretta, lo zippo è scarico...

Inizio a chiamar l'amica che mi aspetta, la mia assicurazione, la mia donna e l'organizzatore dell'evento, la risposta è stata la stessa in tutti i casi: dammi 5 min, inizio a far delle telefonate e ti faccio sapere se scopro qualcosa.

In quei 5 min arrivo ad una stazione di servizio di Teramo, sono le 16.35 e scopro che il gestore è un motociclista, ha una BMW...
http://mas.altervista.org/_altervista_ht/aquila/IMAGE_208.jpg

Mi chiede cos'è successo e non appena finisco non mi fa aggiungere altro, si attacca al telefono e inizia a chiamare tutti i gommisti che conosce, nel frattempo un suo amico chiama un carro-attrezzi privato che mi dice costa molto meno del soccorso autostradale...

Passano altri 10 min, nei quali sono riuscito a procurarmi un accendino e sto fumando come un padre davanti la sala parto mentre attendo verdetti dai miei soccorritori.
Dopo una serie di risposte negative inizia ad affacciarsi l'ipotesi di restar bloccato fino a Lunedì.
E mentre inizio a scoraggiarmi loro continuano col telefono, alla mia 10 sigaretta di fila mi presentano il mio nuovo programma della giornata
:

+Carroattrezzi in arrivo in 40 minuti (arriverà alle 17.20)
+Di volata in qualsiasi bancomat per prelevare quanto necessario
+Salto al concessionario Suzuki di Teramo, circa una 10 di km da dove mi trovavo, per prendere, pare, l'unica gomma adattabile che si potesse trovare di sabato. Sempre da lui dovrebbe esserci la camera d'aria necessaria.
+Correre in cima alla "collina" in quel di Varano per andare a trovare l'unico gommista nel raggio di 100km che lavora di sabato.

Naturalmente il tutto va fatto entro le 19.00

Arriva il carro-attrezzi, mi guarda ed escalama "ti devo confessare che non ho mai trasportato prima d'ora una moto". Ha il ponte con un dito d'olio motore su, ma mi aiuta a caricar la moto, rischiamo di ribaltarla con me sopra, la leghiamo, rischiamo di ribaltarla facendo manovra, la leghiamo un altro po' e partiamo mentre prego che la moto non si ribalti.

Arriviamo alla Suzuki, scopro che la gomma non è la 170/70/17 che mi serve ma una 170/60/17, una gomma da stradale, ma sono senza alternative.
Subito dopo scopro che il venditore non è sicuro su quale camera d'aria darmi fra due misure, le prendo entrambe, ho fretta e il gommista potrebbe chiudere. Ripartiamo correndo, sempre con le mie preghiere sommesse affinchè la moto non si ribalti.

La strada che ci porta dal gommista assomiglia allo Stelvio, la moto continua a ballare, io continuo a pregare.

Arriviamo dal gommista alle 18.50, scopro che è il gommista/carrozziere/meccanico del paese, nel senso che è l'unico e fa tutto. Lo guardo in faccia, mi saluta e capisco subito che la crisi era risolta.

QUI INIZIA LA PARTE DIVERTENTE (PER ME)
La prima cosa che mi dice è "ti confesso di non aver mai messo le mani su una harley" - dejavù - la mia risposta, ormai dettata da spirito ottimistico è stata "beh ci sono io, lavoriamo in due..."

Da quel momento in poi abbiamo lavorato alla moto per circa 2 ore:
http://mas.altervista.org/_altervista_ht/aquila/IMAGE_209.jpg
http://mas.altervista.org/_altervista_ht/aquila/IMAGE_210.jpg
http://mas.altervista.org/_altervista_ht/aquila/IMAGE_211.jpg

Lavoriamo all'aperto, immersi in un panorama mozzafiato, con uccelli che entrano ed escono dall'officina...inizio a rilassarmi, e a un certo punto il suo aiutante compare dal nulla con delle susine appena raccolte da un albero, mi guarda e mi dice: "mangia, come queste a Milano non le trovi, le ho appena raccolte e lavate" e aveva ragione! Ci fermiamo e facciamo una pausa-susine.

http://mas.altervista.org/_altervista_ht/aquila/IMAGE_213.jpg

Finalmente la moto è pronta, sono le 8.10 circa, ringrazio, ringrazio e ancora ringrazio e poi chiedo quanto devo, lui ci pensa e mi dice "dammi quello che vuoi"

Io resto di sasso e insisto affinché sia lui a fare il prezzo, fin quando non si convince e mi chiede 15€ ... 15€ per aver sgobbato come un matto, fuori orario di lavoro, praticamente per fare un favore ad uno sconosciuto rimasto in panne.

Io guardo l'orologio, gli dico ok ma a patto che si faccia offrire come minimo una birra, gli si illuminano gli occhi, mi guarda e mi fa "ti porto in un posto dove arriva la birra artigianale direttamente dalla Germania, buonissima!" e ancora una volta ho riscontrato che il gusto a questi signori non mancava affatto!

Dopo due giri di birra e qualche storia sono le 21.00, devo assolutamente andare!

Arrivo a Paganica circa 30min. dopo, sono stanco, ma con il sorriso sulle labbra, ce l'ho fatta, sono arrivato!

Poi inizio a vedere ciò che sto attraversando, una città piena di crepe e transenne, con paletti e avvisi ovunque, e mentre sto realizzando ciò che vedo passare mi ritrovo di fronte ad un campo d'accoglienza, ed inizio ad incupirmi pensando a ciò che è successo lì, e a come tutto è sempre maledettamente relativo.

Arrivato al centro ippico, cerco Pierpaolo e quando mi vede si accende, non si spiega come io sia riuscito ad arrivare, ma prima che possa dire qualsiasi cosa mi fa sedere al tavolo con gli altri, a quanto pare ormai tutti sapevano che c'era un disperato che era rimasto per strada, e dopo qualche saluto iniziano ad arrivare gli arrosticini più buoni che io abbia mai mangiato :D

La serata passa molto piacevolmente, ho conosciuto persone in gamba che mi hanno accolto calorosamente. Abbiamo alternato discorsi leggeri ad altri più importanti, sopratutto su quello che sta realmente accadendo adesso all'Aquila, mi sono stati aperti gli occhi su cose che non sapevo e mi son state confermate cose che sospettavo, ma penso non sia questo il posto per affrontare tali argomenti.

A notte arrivata, mi sento stanco, ma davvero arricchito e pronto per il "meritato" riposo...sotto una stellata fenomenale.

http://mas.altervista.org/_altervista_ht/aquila/IMAGE_217.png

Ringrazio davvero tutti quelli che ho incontrato, conosciuto, mi hanno aiutato, accolto, fatto ridere e riflettere...bere e mangiare!!! E un grande grazie a Pierpaolo per aver organizzato tutto questo!!!

PS: 30h fuori casa, di cui 13h sulla sella e un paio in officina e tutto questo ha le sue conseguenze:
http://mas.altervista.org/_altervista_ht/aquila/IMAGE_216.jpg

forse dalla foto non si capisce, ma i miei avambracci sono pronti per essere serviti con le patate!

Alla prox, e scusate il fiume di caratteri, ma per me è stata una bella avventura e volevo condividere in qualche modo questi 1260km fatti anche con voi ;)

catozzofolle
26-07-2009, 23:13
bella storia
riflette l'augurio che mi faccio ogni volta che esco di casa:
trovare bella gente... e se poi c'è anche dell'ottima birra.....
ancora meglio
:ok:

Bart
27-07-2009, 01:01
Una di quelle storie da ricordare :ok::ok::ok:

asproc
27-07-2009, 06:29
cose che non ti dimenticherai mai sicuramente.
Bella esperienza per te e bel post da leggere:happy5:

doctor harley
27-07-2009, 08:41
Bravo mAs!

Ma già che c'eri, non potevi chiedere al meccanico di darti un occhio alle marmitte?!?

Scherzo, tutto bene quel che finisce bene!!!!

E ancora complimenti:happy6:

Joker
27-07-2009, 09:10
bella storia! :ok:

RobRoy
27-07-2009, 09:11
Per la miseria altro che avventura un rally comunque è finita bene :ok:

vortex69
27-07-2009, 09:16
Una di quelle storie da ricordare :ok::ok::ok:

Lo penso anche io.
Già ora te la ricordi per l'umanità delle persone che hai incontrato: tra qualche anno i tuoi nipoti non ne potranno più di sentirtela raccontare.:happy4:

Comunque, per tutti quelli che ti hanno aiutato: :ok:

mAs
27-07-2009, 09:16
Una di quelle storie da ricordare :ok::ok::ok:

Sicuramente! Penso si trasformerà anche in una di quelle storie da raccontare ciclicamente anche se tutti l'han già sentita :P


Bravo mAs!

Ma già che c'eri, non potevi chiedere al meccanico di darti un occhio alle marmitte?!?

Scherzo, tutto bene quel che finisce bene!!!!

E ancora complimenti:happy6:

che hanno le mie marmitte che non va?! :P (le ho cambiate non sono più le mie adorate SE, che cmq conservo, non si sa mai!)

SimoneMonty
27-07-2009, 09:22
L'importante è che tutto finisce bene...
Comunque, hai incontrato persone in gamba, o quantomeno gentili e cordiali! :ok:

mAs
27-07-2009, 10:37
Lo penso anche io.
Già ora te la ricordi per l'umanità delle persone che hai incontrato: tra qualche anno i tuoi nipoti non ne potranno più di sentirtela raccontare.:happy4:

Comunque, per tutti quelli che ti hanno aiutato: :ok:

Abbiamo scritto insieme e non avevo letto ... io più che ai nipoti pensavo a voi :D


L'importante è che tutto finisce bene...
Comunque, hai incontrato persone in gamba, o quantomeno gentili e cordiali! :ok:

lo puoi dire forte ;) :ok:

Ghino
27-07-2009, 12:21
Fantastico !!
Le persone che hai incontrato andrebbero clonate !!!
E per di più adesso hai un gommone da ginocchio a terra :D

mAs
27-07-2009, 13:15
Fantastico !!
Le persone che hai incontrato andrebbero clonate !!!
E per di più adesso hai un gommone da ginocchio a terra :D

sì ma la gomma non penso che durerà molto ... la misura non è proprio la mia e visti i miei trascorsi con la polizia municipale milanese non vorrei mai mi mandassero di nuovo in revisione...

Ghino
27-07-2009, 19:29
sì ma la gomma non penso che durerà molto ... la misura non è proprio la mia e visti i miei trascorsi con la polizia municipale milanese non vorrei mai mi mandassero di nuovo in revisione...


Si in effetti anche se la tieni a rischio revisione....
la spiattelli a breve visto il caldo e di sicuro la mescola morbida della gomma :happy4::happy4::happy4:

mAs
27-07-2009, 22:56
[...]mescola morbida della gomma[...]

è quello che mi hanno detto

dave 76
28-07-2009, 10:51
Wow che avventura! E' andata di lusso! Per fortuna che esistono ancora delle brave ed oneste persone.
:happy5:

Ghino
28-07-2009, 12:11
è quello che mi hanno detto

Ma piccola curiosità....
Tu monti il 170 al posteriore ???
Non son pratico di misure HD è di serie ?

mAs
28-07-2009, 14:56
mi sa che ho sbagliato a scriver prima: 160/70-B17 e al momento ho una 160/60

ISOTTA.
28-07-2009, 15:26
Che bella storia! :ok:
Un peccato non esserci stata questo weekend, ci saremmo sicuramente incontrati!

enry
28-07-2009, 15:48
bel trip!!

mAs
28-07-2009, 16:24
beh, con una premessa del genere, rifarò quel viaggio sicuramente :D

steak
28-07-2009, 16:54
bell'report di un avventura a lieto fine:ok:

pino
28-07-2009, 17:06
bella storia
riflette l'augurio che mi faccio ogni volta che esco di casa:
trovare bella gente... e se poi c'è anche dell'ottima birra.....
ancora meglio
:ok:

Queste sono le esperienze che ti riempiono il cuore..che ti fanno apprezzare la vita semplice e le nostre Harley..perchè senza di loro certe emozioni non potremmo viverle..
:beer::beer:
Complimenti!!

JammedGeko
28-07-2009, 17:57
Bella storia, ancor più bello fermarsi a riflettere sulle cose davvero importanti della nostra vita, a quanto spesso piccoli incidenti di percorso ci sembrino terribili tragedie...
Trovo sia molto importante imparare a dare il giusto peso alle cose...

BadTrain
29-07-2009, 10:24
Minkia lo sapevo che non dovevo venire... me lo sentivo che era meglio non andare...:talk1::talk1:

Bella mAs, ti sei proprio regalato una bella avventura.. INVIDIA! Ma non troppo..:happy4:

mAs
29-07-2009, 10:38
Minkia lo sapevo che non dovevo venire... me lo sentivo che era meglio non andare...:talk1::talk1:

Bella mAs, ti sei proprio regalato una bella avventura.. INVIDIA! Ma non troppo..:happy4:

beh se venivi avresti anche tu potuto mangiare susine appena raccolte e bere birra artigianale tedesca ... così impari!

lolacorre
29-07-2009, 13:06
in mezzo a tutti guai che ti sono successi è bastato fermarsi un attimo...
la felicità a volte è nelle piccole cose,l'amicizia in un gesto di uno sconosciuto,la pace è dormire sotto un cielo con milioni di stelle....
bel post fratello....grazie per averlo diviso con noi!!!:happy3:

mAs
29-07-2009, 13:14
in mezzo a tutti guai che ti sono successi è bastato fermarsi un attimo...
la felicità a volte è nelle piccole cose,l'amicizia in un gesto di uno sconosciuto,la pace è dormire sotto un cielo con milioni di stelle....
bel post fratello....grazie per averlo diviso con noi!!!:happy3:

:happy3: felice di averlo fatto ;)

jurghen's
03-08-2009, 14:48
bè se ogni viaggio ci arricchisce inqualce modo, questo ti ha reso sicuramente almeno quanto un 6 al supoerenalotto!...ciao!:happy3:

victorbike1
03-08-2009, 16:19
cose che non ti dimenticherai mai sicuramente.
Bella esperienza per te e bel post da leggere:happy5: meccanico:ok:

:beer::beer:

angelopiso
05-08-2009, 22:48
felice di aver cenato quella sera insieme a te anche se non ci siamo conosciuti

mAs
06-08-2009, 09:26
ma tu ce l'hai una foto tua da qualche parte? quella sera ho visto un po' tutti, anche solo per aver passato birra e cibo, magari ci siamo cmq incrociati, così do un volto al tuo nick ;)